Crea sito

All Posts tagged acidosi

GOTTA! Fare qualcosa: è possibile?

GOTTA! Fare qualcosa: è possibile?

GOTTA: niente paura! Ci viene in aiuto la natura.

Conosciuta già nei tempi antichi, era considerata malattia tipica dei ricchi, dato che solo essi potevano concedersi il lusso di abbondanti pietanze a base di carne (variamente condite) e, quindi, ad elevato contenuto proteolipidico, e bevande come vino e birra. Al giorno d’oggi, avendo la maggior parte degli strati sociali raggiunto il benessere economico, il riscontro di uricemia elevata è divenuto piuttosto frequente. La gotta è una malattia del metabolismo caratterizzata da cinque componenti, che possono presentarsi in combinazione variabile:

• Presenza di elevati tassi ematici acido urico (la gotta è infatti chiamata anche artrite urica). Nel corpo umano l’acido urico è formato come prodotto del metabolismo delle purine (le purine si trovano in molti alimenti), ed in condizioni fisiologiche viene eliminato dal rene nelle urine. Se vi è iperuricemia, con una concentrazione di almeno 0,1 g/l di acido urico nel sangue, esso può precipitare ed accumularsi nelle articolazioni (conseguenti dolori) e nel tessuto connettivo, causando la patologia della gotta. Relativamente ai dolori alle articolazioni, le cause sono le stesse del diabete.

• Accumulo di cristalli di urato monosodico all’interno delle articolazioni e in altri tessuti, [tofi (Il tofo è un aggregato urati che può trovarsi nel derma, nelle cartilagini articolari o extrarticolari, nella cute, nel tessuto sottocutaneo, nelle borse sierose o nei tendini)].

• Accessi acuti intermittenti di artrite dovuti alla deposizione di questi cristalli nel liquido sinoviale.

• Alterazioni renali spesso associate a ipertensione.

• Formazione di calcoli renali di acido urico.

More

Connettivite indifferenziata

Connettivite indifferenziata

Salve a tutti, mi chiamo Antonella, vivo ad Aulla in Toscana e vorrei condividere con voi una mia testimonianza riguardo ad un problema avuto in passato chiamato Connettivite indifferenziata. Circa 5 anni fa, a 53 anni, mi sentivo particolarmente stanca e debole e quello che mi preoccupava erano i dolori muscolari , spesso quasi invalidanti e i momenti in cui sentivo tutti i sintomi di una influenza persistente. Ogni tanto, ero vittima di fastidiose manifestazioni ulcerose all’interno della bocca. Ma, come spesso accade, davo la colpa a un particolare periodo di stress lavorativo e personale . Non avevo mai avuto grandi problemi fino ad allora e le piccole indisposizioni che ogni tanto mi accadevano le superavo piuttosto velocemente . Questa volta sentivo che era diverso e non riuscivo a sentirmi meglio. Prestavo poca attenzione alla mia alimentazione e bevevo pochissima acqua che era contenuta in comuni bottiglie di plastica.

More

Acidosi Metabolica : equilibrarla con rimedi naturali.

Acidosi Metabolica : equilibrarla con rimedi naturali.

Stanchezza, sovrappeso e stipsi e dolori articolari sono spesso i sintomi dell’acidosi, cioè di un eccesso di acidità nell’organismo; ecco come combatterla…

L’acidosi

L’acidosi metabolica è uno scompenso che porta ad un accumulo di acidi nel corpo. Quando il nostro corpo accumula troppi acidi sia nei fluidi che nei tessuti, senza che i reni riescano a filtrarli eliminando gli eccessi, parliamo di acidosi metabolica, una condizione di squilibrio che, a lungo andare, può creare poblemi di salute importanti. Dolori articolari, sovrappeso difficile da riequilibrare, stitichezza, stanchezza che non passa anche quando ci si riposa… sono causati nella maggioranza dei casi, da una condizione di acidosi. E questo accade spesso, soprattutto a causa della nostra dieta quotidiana. Al fatto che beviamo poca acqua o addirittura non beviamo proprio, i cibi raffinati, la poca verdura e frutta nell’alimentazione sono infatti la causa primaria di questo problema oggi assai diffuso.

More

pH = salute o malattia

pH = salute o malattia

Ph e salute

il ph e saluteIl termine Ph originariamente definito nel 1909 da un biochimico danese Soren Peter Lauritz chiamato Sorensen. Ph significa letteralmente ” potenziale (H)idrogeno “, cioè , il pH serve a definire la concentrazione idrogenionica [H+] in un fluido. La scala di tale misura va da 0 a 14, dove 7 è neutra. Pertanto, se guardiamo la concentrazione idrogenionica [H+] in un fluido del nostro corpo ( saliva, urina, sangue, liquido extra e intra cellulare) , il pH indicherà la quantità di acidità e si potrà definire se il nostro corpo è in uno stato di acidità, alcalinità o sarà in uno stato neutro.

Questo è il motivo per cui la misurazione del pH dei nostri fluidi corporei e tessuti ci permette di determinare se il nostro corpo è in uno stato di equilibrio acido – alcalino .

More