Crea sito

Articoli del Blog

Crudismo: mangiare crudo per vivere sani

Crudismo: mangiare crudo per vivere sani

rene-andreaniIl crudismo è la nuova frontiera della salute e della prevenzione di molte patologie che affligono la nostra era. Secondo Renè Andreani, fondatore nel 1991 della Lepav (Lega per l’Alimentazione Viva) e da 37 anni medico di se stesso con metodi naturali, tutti noi dovremmo seguire “uno stile di vita Slowater” (lentamente e con acqua) per prevenire le patologie piuttosto che curarle.

Afferma in uno dei suoi libri che, dopo l’aria che respiriamo, è importante ribadire il valore fondamentale dell’acqua per la nostra salute. Questa preziosissima sostanza era apprezzata già da Assiri, Babilonesi, Egizi, Greci e Romani. In tempi moderni, grandi sostenitori della terapia con l’acqua sono stati l’abate Sebastian Kneipp (1821-1897) e Louis Kuhne (1835-1901).

IL TUO CORPO HA BISOGNO DI ACQUA

iIl 75% del corpo è composto di acqua. Se la tua alimentazione è di tipo convenzionale, bevi tutti i giorni  1-2 litri di acqua, acquanon gassata – meglio se “viva” di fonte – (mezz’ora prima o due ore e mezza dopo i pasti principali per non diluire i succhi gastrici). Da sempre si và a Fiuggi, Chianciano e Lurisia, per “passare le acque“. Questo dato è l’unico su cui tutto il mondo scientifico e accademico internazionale concorda(nessuno, però, fà nulla perchè ciò venga praticato). Poche persone bevono 2 litri di acqua al giorno per essere sane (nell’acqua c’è la guarigione – vedi studi di Yogi Ramacharaka e dei dottori Fereydoon Batmanghelidj, Iran 1931 e Masaru Emoto, Yokohama 1943). Bere molta acqua serve anche ad aumentare il volume delle fibre e della massa fecale.

La vita sedentaria e la qualità dei cibi industrializzati hanno causato anche un aumento dell’obesità fra gli adulti e i bambini. Negli ultimi 50 anni gli esperti hanno basato le loro diete partendo esclusimante partendo dal calcolo delle calorie secondo la “teoria della caldaia”:

se una persona consuma ipoteticamente 2500 calorie giornaliere, assumendone di più ingrassa, assumendone di meno dimagrisce. Con questo sistema svariate generazioni di persone si sono cimentate pesando cibi e stressandosi con diete molto spesso inefficaci. Le scoperte e sperimentazioni degli ultimi 30 anni hanno portato a modificare questa strategia e a considerare la qualità e non la quantità dei cibi consumati e a cambiare lo stile di vita per mantenere una buona salute.

Sempre secondo Renè Andreani, una dieta molto importante è quella “pH-Acido/Basico” che prende in considerazione i singoli cibi che trasformano il pH dei tessuti del nostro corpo. Le condizioni ideali sono minime oscillazioni intorno al valore neutro del pH 7. Solitamente i valori vengono alterati in quanto i tessuti si acidificano a causa dei cibi raffinati, degli zuccheri, del caffè, dell’alcool e dei cibi di origine animale, nonchè dall’uso di farmaci ottenuti con la chimica di sintesi. Questa situazione dei tessuti molto acidificati porta a una serie di malattie degenerative. Altra regola importante è quella di non mischiare cibi incompatibili fra loro poichè il nostro organismo usa gli acidi per digerire le proteine e le sostanze alcaline per digerire gli amidi; assumere nello stesso pasto entrambi, porta ad una pessima digestione e a problemi gravi quali allergie, obesità, ulcere.

crudismoBisogna cercare sempre di mangiare cibi crudi o “vivi” che per eccellenza sono i germogli. In essi sono presenti tutti i tipi di vitamine, compresa la B12, (utile nel caso di anemia), sali minerali (indispensabili per una corretta attività metabolica), oligoelementi (fondamentali per la sintesi delle vitamine), clorofilla(stimola la circolazione sanguigna e favorisce la formazione dei globuli rossi), enzimi (più ne introduciamo dall’esterno e minore è il consumo di quelli interni, dato che il consumo degli enzimi interni porta all’invecchiamento precoce). Da citare anche i  succhi di frutta e verdura fresca e biologica(da spremere e beresubito o al massimo entro 20 minuti, per evitare che perdano gran parte delle loro proprietà). Ecco un video contributo di Sara Cargnello detta Miss Vanilla che ci parla del crudismo:

ALIMENTAZIONE CRUDO-COTTO A STRATI SUCCESSIVI 

Se non vuoi fare scelte etiche o salutiste, continua a mangiare le stesse cose, cambiando solamente l’ordine dei cibi, ad ogni pasto importante. Il risultato sarà eccezionale: digerirari meglio e, se serve, perderai peso.

Il mangiare PRIMA frutta e verdura CRUDA con germogli, fiori e alghe, fornisce vitamine, enzimi e sali minerali che vengono rilasciati e utilizzati, starto per strato, per metabolizzare il successivo CIBO COTTO evitando così di privare il nostro corpo di nutrienti indispensabili.

Bere almeno 1-2 litri di acqua al giorno(meglio se con pH superiore a 7) mezz’ora prima o due ore e mezza dopo i pasti principali per non diluire i succhi gastrici.

PASSAGGI OBBLIGATORI

1° strato – Apertura: Due frutti freschi crudi, meglio se biologici(masticati o frullati)

2° strato – Piatto fondamentale: Verdure fresche crude di vario tipo e colore, meglio se biologiche con germogli, alghe e fiori(massimo un cucchiaio d’olio d’oliva extravergine “mosto” spremuto a freddo, utilizzare erbe aromatiche e spezie).

PASSAGGI SUCCESSIVI FACOLTATIVI

3° strato – Verdure cotte

4° strato – Primo piatto oppure Secondo piatto oppure Contorni oppure Dolce (con moderazione) e poi

MASTICARE! MASTICARE! MASTICARE! MASTICARE! MASTICARE!

Mantenere rigorosamente questo ordine senza saltare i primi 2 punti. Mangiare poco e lentamente (masticare ogni boccone almeno 20 volte). Limitare il pane (non deve essere associato alle verdure, provoca fermentazioni). Variare il tipo di cibi. Limitare l’uso dell’alcool (massimo mezzo bicchiere di vino rosso a pasto). Poco sale, poco zucchero. Evitare glutammato e aspartame.

RISPETTARE LE FASI CIRCADIANE: dalle 8 alle 16 nutrizione ingerendo cibi (mangiare); dalle ore 16 alle 24 digestione e assimilazione; dalle 0 alle 8 svuotamento (evacuare).

Se durante un pasto ci sono quattro tipi diversi di cibo nello stomaco, ciascuno mangiato separatamente e in successione ci saranno quattro stomacodiversi tipi digestione progressiva. A fronte di diversi enzimi digestivi ciascuno strato verrà digerito in modo diverso. Quando mangiamo cibi di origine animale questo processo è più complicato. La digestione dei cibi di origine animale è sempre compromessa dai carboidrati, quindi è preferibile non mischiarli. Seguendo queste semplici regole si potranno evitare completamente la stitichezza e la diarrea, oltre ad avere più vitalità e a essere meno soggetti a malattie croniche.

Per chiarire meglio ricorriamo ad una metafora: dovendo attraversare il tunnel del Monte Bianco non potendosi superare, tre automobili di diversa velocità massima (Ferrari, Lancia Ypsilon e Fiat 500) è bene che seguano l’ordine indicato al fine di non intralciarsi l’una con l’altra. Qualora partisse per prima la Fiat 500, le altre due sarebbero costrette a rimanere in coda attaccate l’una all’altra. Nel caso dei cibi, rispettando questo principio e considerando le diverse velocità di transito, si possono evitare cattive digestioni e putrefazioni, con conseguenti formazioni di gas intestinali e flatulenze. Qui sotto come puoi vedere abbiamo inserito una tabella che ti aiuterà a comprendere ciò che è stato detto sopra:

crudismo

crudismoGli uomini perdono la salute a fare soldi, e poi perdono i soldi per tentare di recuperare la salute. Pensano tanto ansiosamente al futuro dimenticando di vivere il presente. Così facendo, non riescono a vivere nè il presente nè il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto.

Dalai Lama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.