Crea sito

Articoli del Blog

Calcoli renali: un problema molto diffuso.

Calcoli renali: un problema molto diffuso.

I calcoli renali sono un problema molto diffuso. È importantissimo fare prevenzione.

Si ipotizza che una persona su dieci abbia almeno un episodio di calcoli renali nel corso della vita, e che circa trenta persone ogni mille vengono ricoverate in ospedale ogni anno in seguito alla presenza reale o presunta dei “sassolini”.
I reni sono organi escretori ed insieme alle vie urinarie costituiscono l’apparato urinario. Hanno la funzione di regolamentazione dell’ambiente interno del corpo, provvedendo al filtro dal sangue, espellendo tramite l’urina i prodotti di rifiuto delle attività metaboliche delle cellule, degli organi e dei tessuti. Inoltre i reni regolano la quantità di acqua presente nel corpo, il mantenimento dell’equilibrio acido/basico e la concentrazione dei sali minerali. In particolari condizioni fisiche può accadere che le quantità di rifiuti da eliminare superino la soglia gestibile, per cui i reni cadono in patologie tipo nefrite, intossicazione uremica, ecc… e le più importanti malattie dovute all’accumulo di scorie acide sono la formazione di calcoli renali, biliari e della vescica, che poi possono determinare le dolorosissime coliche renali.
I calcoli renali si formano nei reni, originariamente nella forma di minuscoli bastoncini di materia solida. Questi tendono ad unirsi fino a creare formazioni compatte. Questi ammassi sono un deposito minerale di fosfati (derivati dall’acido fosforico) e di urati (derivati dall’acido urico), ecc. Sono sali di acido fosforico e di acido urico generalmente combinati con calcio e/o magnesio. Si formano nei reni perché qui l’ambiente è molto acido. Questi sali sono acidi.
Dal momento che il calcio ed il magnesio si trovano nei sali, la loro presenza previene gli effetti velenosi dell’acido urico e di quello fosforico. Alcuni credono che i calcoli renali si formino per eccesso di calcio, ma non c’è niente di certo in tutto ciò. La prova migliore sta nel fatto che un composto di calcio si dissolve nell’urina acida, mentre i calcoli non si sciolgono. Se si aggiunge del calcio nella vescica e si riduce l’acidità dell’urina, i calcoli renali si sciolgono.Calcoli renali
Favoriscono l’insorgenza della calcolosi le infezioni ripetute dell’apparato urinario,una dieta eccessivamente ricca di sostanze che favoriscono la formazione di calcoli renali, l’abuso di alcuni farmaci e il ristagno di urina.
I sintomi possono essere diversi: si va dalla classica colica, con fortissimi dolori nel lato del corpo interessato che si diffondono alla schiena, presenza di sangue nelle urine o segni di infezioni con la febbre. In alcuni casi il “calcolo” non provoca nessun disturbo.
Perché l’acqua alcalinizzante può dare un aiuto importante per prevenire e curare i calcoli renali ?
I depositi di calcio si sciolgono solo in una soluzione alcalina. Se si aggiunge del calcio nella vescica e si riduce l’acidità dell’urina, i calcoli renali si sciolgono. Bere acqua alcalinizzante previene la formazione di calcoli e, anche dopo che si sono formati, aiuta a dissolverli. Tramite l’acidità dell’urina e altri rifiuti acidi, qualsiasi eccesso di calcio non necessario al corpo sarà disciolto ed eliminato urinando. Con questo processo si dissolvono i depositi di calcio, se ci sono. Pertanto, non c’è bisogno di preoccuparsi di un eccessivo consumo di calcio.
Chi ha sofferto di coliche renali non dovrebbe far mancare un’acqua alcalinizzante dalla sua normale alimentazione al fine di evitare ricadute e le dolorosissime coliche.
Una particolare attenzione dovrebbe essere data anche ad una assunzione eccessiva di sale che a volte possiamo trovare subdolamente nascosto in cibi confezionati, snack ed agli alimenti come il the concentrato, la coca, particolarmente acida ed ai super alcolici in genere.
Importante è l’assunzione di acqua alcalinizzante durante tutto l’arco della giornata, ricordandoci di bere prima di andare a dormire ed al mattino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.